BENEDETTA BRUZZICHES È UNA DIMENSIONE GOVERNATA DA LEGGI SPECIALI DOVE TUTTO È PERFETTO, MA NULLA FUNZIONA COME ALTROVE.

Un delicato equilibrio tra la tensione nel creare opere uniche e un approccio gentile al lavoro, ai suoi tempi, alle sue relazioni.
I nostri object d’heart nascono a Caprarola, in un atelier immerso nei boschi della Tuscia, dove arte e artigianato sono in un dialogo costante. Qui, un gruppo affiatato di giovani artigiani, guidati da Benedetta e suo fratello Agostino, si prende cura meticolosamente di ogni borsa, dedicandosi alla creazione di oggetti senza tempo.
Nel 2009, i fratelli Bruzziches hanno dato vita a un’azienda in cui il valore di ogni individuo gioca un ruolo fondamentale, e dove la meraviglia è la luce che illumina le giornate.
Da allora, le borse “con un nome tutto loro” sono state indossate dalle donne di ogni angolo del mondo.

dove

Immaginate di arrivare in un antico borgo italiano che si erge maestoso su una collina. Un luogo di semplici contadini, coltivatori di noccioline, dove numerose piccole case dai colori vibranti si sviluppano attorno a un antico castello rinascimentale, il maestoso Palazzo Farnese, che ha sempre nutrito i sogni dei bambini del posto.
In questo piccolo paesino, incastonato proprio in quella famosa “selva oscura” che Dante Alighieri descrive magistralmente nella Divina Commedia, Benedetta e Agostino Bruzziches hanno deciso di intraprendere un’avventura surreale, aprendo un laboratorio di borse nel garage della casa dei loro genitori (cosa che non accade solo nella Silicon Valley).

perchè

Per quale motivo abbiamo aperto un’azienda di borse in un luogo famoso per la produzione di nocciole? La risposta è stata: “Perché no?”
Ciò che ci circonda ci plasma e ci modella, e i fratelli Bruzziches hanno reso questo il segno distintivo del loro successo:
“La nostra missione non era solo quella di produrre borse, ma di poterlo fare da casa, nel luogo al quale sentiamo di appartenere. Il nostro sogno era quello di lavorare divertendoci con il nostro gruppo di amici, senza andar via solo perché ci dicevano che in un remoto borgo di campagna non ce l’avremmo mai fatta.”
Caprarola è un luogo che offre, quasi come se fossero doni della terra, insegnamenti, segreti e risposte antiche a domande moderne. Un luogo che è stata la spinta per pensare e immaginare un modello di produzione unico che si è rivelato poi lo strumento perfetto per creare borse uniche.
Il nostro brand basa la sua produzione sulle comunità e sugli artigiani della zona di Caprarola, inserendosi con grazia nel lento ritmo di vita di un luogo che ha uno spirito contadino nelle sue vene.

“Ci è diventato chiaro che il successo va oltre la pura ricerca del consenso collettivo. L’innovazione nasce dall’autentica espressione della nostra identità e dal ricco tessuto della nostra eredità locale.
Ogni cucitura si intreccia con una storia di individualità, ogni filo è una testimonianza del nostro impegno incrollabile verso la comunità. Abbracciando la nostra diversità, abbiamo dato spazio a tutta la nostra creatività, dando vita a creazioni che sfidano le convenzioni e sono espressione di un’eleganza senza pari.”
Qui in Tuscia, fino agli anni 2000, le donne si riunivano in gruppi per lavorare a maglia, spesso per grandi marchi del lusso. Riprendendo questo sistema, già ben consolidato, è nato il nostro sistema di produzione decentralizzato, con più di cinquanta artigiane locali che danno vita alle nostre creazioni cucendo raso e maglia di cristallo nelle proprie case e al proprio ritmo: è il nostro concetto di sostenibilità locale.

chi

“È un lavoro stimolante e gratificante. Da quando sono entrata a far parte di questo team, mi sono sempre sentita supportata e incoraggiata dai miei colleghi, nonostante la mia iniziale mancanza di esperienza. Oggi posso dire di far parte di una famiglia di creatori unici. È un lavoro che mi permette di gestire il mio tempo e che mi appassiona, cristallo dopo cristallo. E ogni volta che vedo il lavoro finito, so di aver contribuito a creare bellezza. Quando la gente mi chiede cosa faccio nella vita, dico: ‘Creo oggetti di luce e colore’. Amalia, 61 anni – Civita Castellana
Ogni giorno, queste donne (guidate da mamma Ada) cuciono a mano una borsa dopo l’altra, in un perfetto equilibrio tra vita privata e lavoro.
Un’architettura delicata che cerchiamo di costruire giorno dopo giorno, riversando quanto più amore possibile nella comunità in cui viviamo, nella terra e nella nostra famiglia allargata di amici e artigiani.
Questa è la nostra idea di arte.”

Cerca per prodotto

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lanci, novità e promozioni riservate

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER Lanci, novità e promozioni riservate